Skip to main content

Edulcoranti / dolcificanti alimentari

Gli edulcoranti, o dolcificanti, sono sostanze che possono essere tanto di di origine naturale quanto derivanti da processi chimici di sintesi; le molecole appartenenti a questa categoria possono essere anche a ridotto contenuto calorico; alcune di esse presentano inoltre effetti lassativi.

Edulcoranti e dolcificanti da evitare

Gli edulcoranti, o dolcificanti, sono identificati da una sigla alfanumerica che va dalla E420 alla E421, nonché da quelle che vanno da E950 a E968; vediamoli nel dettaglio.

SIGLA

NOME ESTESO

POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI

E420

Sorbitolo (Sorbitolo; Sciroppo di sorbitolo)

E421

Mannitolo

E950

Acesulfame K

E951

Aspartame

Ipersensibilità, allergie

E952

Acido ciclamico e suoi sali di sodio e calcio

E953

Isomalto

E954

Saccarina e suoi sali di sodio, potassio e calcio

E955

Sucralosio

E957

Taumatina

E959

Neoesperidina DC

E962

Sale di aspartame-acesulfame

Ipersensibilità, allergie

E965

Maltitolo (Maltitolo; Sciroppo di maltitolo)

E966

Lactitolo

E967

Xilitolo

E968

Eritritolo

 

Edulcoranti / dolcificanti e rischi per la salute

Fra gli edulcoranti / dolcificanti troviamo alcune molecole (una su tutte, l’E967 o Xilitolo) molto utilizzate nell’industria dolciaria che le utilizza per dolcificare, ad esempio, chewing gum e caramelle cosiddette “senza zucchero”.

L’E950 (Acesulfame K) è contenuto in molti alimenti, perciò il rischio di superare la DGA (Dose Giornaliera Accettabile) è concreto, soprattutto per quanto concerne i bambini che hanno DGA inferiori anche di molto rispetto agli adulti.

I soli edulcoranti / dolcificanti per i quali sono stati dimostrati possibili effetti collaterali legati a fenomeni di ipersensibilità o allergie sono l’Aspartame (E951), uno fra i dolcificanti più utilizzati, e l’E962 (Sale di aspartame-acesulfame).

L’assunzione di E952 (Acido ciclamico e suoi sali di sodio e calcio) andrebbe evitata, in un’ottica cautelativa: la ricerca medico-scientifica non ha infatti ancora evidenziato in modo definitivo l’assenza di effetti collaterali causati dall’utilizzo dell’acido ciclamico e dei suoi derivati.

Lo stesso discorso si applica all’E954 (Saccarina e suoi sali di sodio, potassio e calcio), per il quale è sospettata la tossicità.

Molti edulcoranti, se assunti in dosi elevate, possono causare effetti lassativi: è questo il caso, ad esempio, di sorbitolo, mannitolo, isomalto, xilitolo.

Rischio fenilalanina

A molti non sarà sfuggita la scritta, presente su diverse etichette, che recita

Contiene una fonte di fenilalanina

Questa è una fondamentale informazione per chi soffre difenilchetonuria (PKU), malattia congenita che si manifesta con fenomeni di intossicazione dovuti alla mancanza di un particolare enzima, necessario per la metabolizzazione della fenilalanina che deriva proprio dall’aspartame.

Chi soffre di fenilchetonuria, dunque, deve prestare grandissima attenzione a tutti quei prodotti “senza zucchero”.

Omega3

Integratori Omega 3 Olimp

StaffStaff30 Settembre 2013

6 Comments

  • Barbara ha detto:

    Mi spiace che questo articolo non abbia tenuto conto dei risultati delle ricerche della Fondazione Europea Ramazzini.

  • giovanni (uno dei milioni di diabetici a causa dello zucchero) ha detto:

    vorrei far capire a chi ha scritto questo articolo che demonizzare i dolcificanti (dei quali non sono noti decessi almeno per quello che ne so io)significa far consumare alla gente lo zucchero (in italia ci sono milioni di diabetici) e che lo zucchero è dannoso per i denti ,per i diabetici (dei quali si contano e questi si sanno bene ,numerosi decessi legati al diabete,per non parlare degli effetti invalidanti su numerosi organi),se gentilmente fate presente che i dolcificanti fanno male (anche se non si contano decessi) ma che lo zucchero anche se è perfettamente naturale ,fa molto ( ma proprio molto ) più male dei dolcificanti,grazie

  • franz ha detto:

    caro Giovanni, gli zuccheri in generale vanno eliminati così come i dolcificanti. Se si vuole stare bene e mangiare cose dolci bisogna mangiare della frutta.

  • Mark ha detto:

    Lo zucchero (ma ancora peggio lo sciroppo di glucosio-fruttosio e il fruttosio) fa mal e si conoscono benissimo le malattie che provoca, ma gli edulcoranti sono enormemente più pericolosi, visto che da studi indipendenti risulta che provocano malattie anche gravi: problemi al cervello, alla flora batterica intestinale etc etc.

    Fra i peggiori: Aspartame. Saccarina. Acesulfame K. Acido ciclamico. Sucralosio (che spesso piazzano anche nei prodotti “bio” e “naturali”).
    Non riescono ad essere utili neanche nell’intento principale, infatti favoriscono anche il diabete e l’aumento di peso

    Ma anche gli altri non sono certo innocui: per es. Maltitolo, Isomalto, Neoesperidina DC e altri sono idrogenati.
    L’articolo è utile, ma secondo me troppo “blando” riguardo gli edulcoranti artificiali.

    • staff Guidaconsumatore ha detto:

      Grazie per il tuo commento Mark, lo passeremo in redazione per la preparazione delle prossime guide 🙂 Continua a leggerci 🙂

  • Francesco ha detto:

    Sintetico = tossico

Leave a Reply